taskhunters : la startup dedicata agli studenti universitari

TaskHunters : la startup dedicata agli studenti universitari.

 

TaskHunters

schermata app

Eccoci qui , benvenuti nel post di oggi. Di cosa parliamo? Parliamo di una nuova App per iphone e Android! lo scopo? Aiutare gli studenti universitari a trovare lavoretti saltuari e aiutare le persone comuni a trovare ragazzi volenterosi per svolgere le commissioni o piccoli lavoretti.

Bloggerpercaso.com , ha avuto la fortuna di intervistare Francesco Piovesan , CFO di TaskHunters , di seguito l’intervista : 

1-Ciao Francesco , Quando è nata questa idea?

L’idea di Taskhunters è nata da Lorenzo, CEO e Founder. Prima studente universitario e poi consulente a Milano, in queste due categorie di popolazione ha constato delle particolari necessità, complementari. Come studente, avendo più tempo a disposizione, ha spesso cercato diverse occasioni di guadagno attraverso piccoli lavori. Come consulente, non avendo affatto tempo, si è trovato spesso nella situazione di non riuscire a svolgere le faccende quotidiane più semplici.


2- Quante persone eravate inizialmente?

Dopo aver avuto l’idea, Lorenzo ha contattato altri amici, per creare un team completo e capace di realizzare l’idea: Marco Premier, Co-founder e CTO; Francesco Piovesan, Co-founder e Marketing Director e Alberto Mora, Co-founder e Communication Manager.

3- è stato difficoltoso l’avviamento?

La prima sfida per noi è stata quella di riuscire a sviluppare Taskhunters remotamente: Dublino, Dubai, Lugano e Milano sono le città in cui i fondatori della startup vivevano prima di abbandonare definitivamente i loro posti fissi e dedicarsi al progetto a tempo pieno. Ora che ci siamo ritrovati tutti a Milano, le principali sfide sono far crescere la comunità di Taskhunters, garantendo allo stesso tempo un alto indice di soddisfazione da parte dei nostri utenti e trovare il giusto partner per i finanziamenti.

4-Tutti posso comprare una quota della società ? Quali benefit avranno i soci in caso di andamento positivo della vostra startup?

Chi è interessato a diventare socio, può acquistare due tipi di quote. Un tipo garantisce esclusivamente i diritti patrimoniali, uno garantisce anche i diritti di voto.


Su http://www.crowdfundme.it/projects/taskhunters/ è possibile vedere la descrizione della nostra idea, la composizione del team e la nostra strategia di sviluppo. I soci che investono in Taskhunters investono sulla nostra visione e sulle potenzialità del progetto.

Tophost

5-Come funziona e dove si può scaricare l’app?

I privati postano le proprie esigenze sull’app al prezzo e alle condizioni che ritengono più adeguati, scegliendoli tra più categorie. Gli studenti possono offrirsi per svolgere queste attività, accettare la ricompensa prefissata o contrattare un importo più elevato. Chi posta l’offerta potrà scegliere a chi assegnare il lavoro, selezionando l’utente che ritiene più adatto tra le persone che si sono proposte. Tra i servizi proposti ci sono la spesa al supermercato, il ritiro di camicie in tintoria, i traslochi, le commissioni in posta, l’assistenza informatica e molto altro. Una volta completato il lavoro, i feedback permettono allo studente e al committente di costruirsi una buona reputazione all’interno dell’app.
La app è disponibile per iOS https://goo.gl/ABDTRK
e per Android https://goo.gl/sEdovh

6- Cosa vi aspettate da questa startup? Volete estenderla a mercati esteri oppure solo ed esclusivamente nel mercato Italiano?

Ora siamo presenti a Milano e Torino. Nell’arco del 2017 e 2018 abbiamo intenzione di ampliare il nostro bacino di utenti ed estendere il servizio a Roma, Bologna e Padova. A seguire abbiamo pianificato di raggiungere Londra, Madrid, Berlino, Parigi e altre città europee.







Tophost

Write a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.